Si è fatta attendere un po’ ma possiamo finalmente dirlo: la bella stagione è arrivata e il nostro agriturismo a Roma è tutto un’esplosione di colori e profumi. Il sole sembra mettere di buon umore anche il nostro chef che proprio oggi ha deciso di raccontare di una squisita ricetta a base di pasta fatta a mano, simbolo della tradizione campana: i classici “gnocchi alla sorrentina”. Ma prima di tutto scopriamo qualcosa di più sulla storia di questo piatto.

Le origini

Gli gnocchi di patate risalgono al XVI secolo, periodo in cui arrivarono dall’america questi speciali tuberi. Tra le tante versioni quelli alla sorrentina, sono tra le specialità partenopee più conosciute, caratterizzato da ingredienti semplici ma gustosi. Si narra che presso la corte degli Sforza gli gnocchi, noti anche come “zanzarelli” fossero preparati per occasioni importanti come banchetti di nozze o festeggiamenti per le vittorie militari. In origine l’impasto era molto diverso da quello attuale. Solo nel seicento il piatto subì cambiamenti importanti che lo resero molto simile a quello di oggi. A Roma la tradizione vuole che sia il giovedì il giorno dedicato a questa specialità.

Ricetta per 5 persone

Ma ora è il momento di prestare la massima attenzione. Come si prepara questo gustoso primo piatto?

  • 500 grammi di Gnocchi (Farina 300 grammi, patate un Chilo)
  • 2 spicchi d’aglio
  • Prezzemolo
  • Basilico
  • 500 grammi passata di pomodoro
  • 200 grammi di mozzarella o provola

Procedimento: Una volta preparata la salsa con prezzemolo e basilico lasciala riposare per qualche minuto. Nel frattempo passa alla cottura degli gnocchi in abbondante acqua salata. Dopo averli scolati, uniscili al sugo assieme alla provola (o mozzarella). Decora con qualche foglia di basilico e servili in tavola belli fumanti.

 

Vuoi riscoprire i sapori della tradizione?

Ti aspettiamo nel nostro agriturismo a pochi Km dal centro di Roma!